Contributi alle imprese

venerdì, 29 ottobre 2021
Con determinazione n. 151 del 25/10/2021 è stato approvato il Bando FORMAZIONE – LAVORO relativo all'annualità 2021.

La Camera di Commercio intende finanziare progetti per l’inserimento di figure professionali a seguito dell’emergenza Covid-19 e della gestione della pandemia. L'avviso si rivolge alle imprese appartenenti a tutti i settori economici, con esclusione del turismo, a cui sono riservate iniziative dedicate.

L’Ente camerale concede dunque contributi per l'inserimento in azienda di figure professionali, attraverso contratti di apprendistato o assunzioni a tempo determinato/indeterminato, anche part-time, volti a supportare le imprese, favorendo l’innovazione della gestione del lavoro e dei processi aziendali.

Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di commercio a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a euro 25.000,00.

Le agevolazioni saranno accordate alle Micro, piccole e medie imprese sotto forma di voucher.

L'importo spettante è commisurato alla durata del contratto e al tempo di lavoro previsto, come dettagliato all'art. 3 del bando, e va da un minimo di € 500 a € 3.000 per impresa. Il periodo di riferimento del contratto di lavoro/apprendistato va dal 1 ottobre 2021 ai 6 mesi successivi alla data di comunicazione di ammissione al contributo.

Le domande di contributo, firmate dal titolare/legale rappresentante, dovranno essere inviate esclusivamente a mezzo PEC dalla casella PEC dell’impresa o di intermediario delegato all’indirizzo di posta elettronica certificata cciaa.molise@legalmail.it(link sends e-mail), inserendo nell’oggetto la dicitura BANDO FORMAZIONE-LAVORO 2021”. L’invio delle domande dovrà avvenire a partire dalle ore 8:00 del 10/11/2021 e fino alle ore 23:59 del 25/11/2021. Le domande saranno esaminate secondo l'ordine cronologico di presentazione della domanda e fino a totale esaurimento delle risorse disponibili.

Le imprese già finanziate nell'annualità 2020 del progetto saranno ammesse a contributo soltanto dopo le imprese che non ne abbiano beneficiato.